Dalla culla al lettino: grandi conquiste per una piccola donna

Ciao Mamme!!!
Ho sempre cercato di rispettare i tempi di crescita di mia figlia senza per questo aspettare che determinati passi verso il diventare più grande e consapevole delle proprie capacità venissero compiuti quasi per miracolo.
Insomma, ho contribuito a creare determinate situazioni affinché tutto si svolgesse senza traumi e nel modo più naturale possibile, ma le condizioni andavano messe in atto. Altrimenti non sarei una mamma che guida la sua cucciola lungo il cammino della vita ma una semplice spettatrice come potrebbe esserlo qualsiasi altra persona che entra a far parte di spezzoni più o meno grandi della sua quotidianità. Così è stato quando ha tolto ad esempio il ciuccio o il pannolino, e così si è riconfermato al momento del passaggio dalla culla al lettino, dalla nostra camera di genitori a una cameretta tutta sua.
Ne abbiamo parlato, abbiamo fantasticato su come sarebbe stato, l’ho resa partecipe degli acquisti necessari e di quelli straordinari, fino a quando una sera è stata lei, di sua spontanea volontà e iniziativa, a chiedere di dormire nel suo nuovo letto. Già, proprio così. Al momento di andare a dormire non ne ha voluto sapere di stare nella culla. Io, donna di poca fiducia, sono saltata a conclusioni affrettate e le ho detto con tono deciso che nel lettone non poteva stare. Ma lei, altrettanto ferma, senza alcuna inflessione nella voce, mi ha risposto che non le interessava il letto di mamma e papà, ma il suo.
Con mio marito siamo rimasti di stucco, allibiti, senza parole, quasi increduli e titubanti sul da farsi. Così l’abbiamo messa a dormire nella sua cameretta, bacino della buonanotte e… come quando è stato per il primo giorno di asilo il trauma è stato più per me che per lei!
Non riuscivo a prendere sonno, m’immaginavo la mia cucciola con gli occhioni sbarrati avere paura del buio, tutta sola con i suoi peluche a farsi coraggio… E invece, morale della favola, dopo un po’ sono andata a controllare (non ce l’ho fatta proprio a rimanere a letto) e ronfava beata tra le coperte!
Ancora una volta la lezione più grande dell’essere mamma mi è stata impartita da qui piccolo tesoro di mia figlia: siamo noi che siamo piccoli nei loro confronti. Loro hanno solo bisogno di essere guidati e supportati, di trovare in noi conferme e non facilitazioni, di farli sentire forti nel nostro amore e nella nostra protezione e non deboli, di essere grandi anche se per noi resteranno sempre i nostri cuccioli.
Alla prossima!
E ricordate… IO TIFO PER VOI.

2 thoughts on “Dalla culla al lettino: grandi conquiste per una piccola donna

  1. mammachebello - Chiara

    Non sai quanto ti capisco… proprio da sabato notte la mia bimba è passata a dormire nel suo lettino e nella sua cameretta dopo più di 4 anni di bed-sharing e co-sleeping… Sono tre notti che IO non dormo, mi sveglio ogni ora la minimo rumore, e mi alzo a controllare…. Lei era pronta, forse io no! :-)

    1. iotifopervoi Post author

      Quanto siamo simili noi mamme, forse più dei nostri bambini! Fa sempre piacere scoprire che non sono l’unica a vivere i grandi cambiamenti che accompagnano la crescita di mia figlia con un pizzico d’inquietudine. Mi fa sentire più normale e meno apprensiva. Vedrai che, come è successo a me, fra qualche giorno questa novità diventerà routine e troverai nuovi momenti da condividere con la tua bimba e nuove occasioni da trascorrere abbracciate e accoccolate. O farai addirittura come me, che una notte mi sono intrufolata nel suo lettino nonostante il pancione non permettesse il massimo del confort perchè non riuscivo a prendere sonno. Insomma, crescerai insieme a lei, ed è la parte che mi fa sentire ancora più mamma. In bocca a lupo per tutto e ricorda… io tifo per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *